Mantra in Sanscrito, Perchè e come usarli

Condividilo con chi lo può apprezzare

Mantra in Sanscrito, Perchè e come usarli

  • Cos’è un mantra?
  • Come se medita con un mantra?
  • Come si sceglie un mantra e quali sono i benefici del meditare con un mantra?

Innanzitutto iniziamo con i benefici.

Meditare con un mantra è un modo per radicare l’attenzione nel qui e ora, un ancoraggio nel momento presente; un qualcosa di equivalente alla meditazione con il respiro, con in più una porta che si apre attraverso il significato del mantra, o sulla sua vibrazione.

Spesso i mantra sono in sanscrito: il sanscrito è una lingua sacra, fatta di sillabe che hanno una loro vibrazione particolare e anche l’abbinamento delle sillabe da  un significato particolare ad una parola rispetto a un’altra.

Insomma è una lingua, tra virgolette, “magica”; e ogni singola frase, ogni parola, apre delle porte: sarebbe quindi utile sapere il significato del mantra che vuoi scegliere.

Nell’immagine quì accanto trovi dei Mantra che puoi usare ma se vuoi conoscere altri mantra e il loro significati ti rimando a quest’articolo in cui svelo proprio come scegliere un mantra: https://www.comemeditare.it/meditazione/tecniche-di-meditazione/meditazione-trascendentale/meditazione-trascendentale_come-scegliere-un-mantra/

Supponiamo che tu voglia scegliere la parola “om” per esempio: om è il suono primordiale, il suono divino, la parte più nobile di noi stessi a cui tutti ambiamo; ed ecco quindi perchè om viene abbinato alla meditazione.

Io non amo molto meditare con i mantra, lo faccio ogni tanto sebbene non sia il mio standard principale, ma ogni tanto mi piace sperimentare; ho i miei mantra preferiti, e om è quello che prediligo.

Apriamo una parentesi su come scegliere un mantra.

La rete è piena di mantra, io comunque ti consiglio di conoscerne il significato; ho notato, infatti, che molte persone utilizzano un mantra senza sapere che “chiave” stanno usando: immagina di avere una chiave in mano e di non sapere cosa farci, ce l’hai solo perchè qualcuno ti ha detto di farlo.

Io trovo questo approccio molto limitante, io ti consiglio di andare in rete e di cercare il significato di quel mantra; anche se è in una lingua, un pochino strana, come il sanscrito.

Come fare per recitare un mantra?

Si può farlo a voce alta o bassa ma, in genere, si fa mentalmente; tuttavia, se sei solo in casa, può essere utile recitarlo, almeno per un pò, ad alta voce in modo da sperimentare cosa succede a livello vibrazionale.

Per recitare un mantra: ti metti seduto, ti rilassi, porti l’attenzione alle sensazioni corporee (io parto sempre da li); puoi ancorarti al respiro, che è sempre un buon ancoraggio, e quando ti senti “centrato”, avendo ritrovato la sensazione del tuo corpo e il respiro, puoi introdurre il mantra ripetendolo, come tenderai a fare in genere, mentalmente dentro di te.

Nella meditazione con il respiro, quando la mente vaga e va via, riconduci l’attenzione al respiro; nella meditazione con il mantra avviene la stessa cosa: cerchi di mantenere l’attenzione al suono del mantra, alla sua vibrazione; una vibrazione che sarà più interna, se ripeti il mantra mentalmente, ma vedrai che, in qualche modo, qualcosa succede.

Metti un timer e, per tutta la durata della meditazione, continui a recitare il mantra; alla fine della meditazione interrompi, dolcemente, il mantra e torni al respiro e alla sensazione del corpo: ed ecco che hai fatto una bella meditazione.

 

articoli Su questo argomento:

Meditare con un mantra

Meditazione Trascendentale MT

Come scegliere un Mantra

clicca qui per scoprire altro su questo argomento
Scopri altri approfindimenti successivi qui

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *