i Mantra: potere e limiti nell’uso dei mantra

i Mantra: potere e limiti nell’uso dei mantra

I Mantra possono essere molto potenti e risveglianti, ma se usati in modo improprio possono fare danni e al contrario, legarci troppo ed addormentarci.

In questa riflessione ti offro un angolatura che potrebbero sostenerti nell’uso più appropriato dei mantra evidenziandole l’enorme potenziale cercando e, allo stesso tempo, evitare di cadere negli errori che fin troppo spesso vedo che vengono fatti in chi si approccia ai mantra.

Ti anticipo che sconsiglio di usare un mantra tipo pillolina per evitare qualche problema senza andare alla radice del problema stesso. Ma se c’è un lavoro profondo (nel video ti sarà più chiaro) il mantra è un ottimo accelleratore per sintonizzarsi su vibrazioni più elevate e funzionano!

Dopo avere visto il video, se ti va, fammi sapere come la pensi tra i commenti qui sotto, grazie.

Guarda il video, sotto troverai dei link utili

Come scegliere un Mantra
https://www.comemeditare.it/meditazione/tecniche-di-meditazione/meditazione-trascendentale/meditazione-trascendentale_come-scegliere-un-mantra/

Mantra in Sanscrito, Perchè e come usarli
https://www.comemeditare.it/meditazione/tecniche-di-meditazione/meditazione-trascendentale/mantra-in-sanscrito-perche-e-come-usarli/

Come Meditare con un Mantra
https://www.comemeditare.it/meditazione/tecniche-di-meditazione/meditazione-trascendentale/meditare-con-un-mantra/

Come Fare Ho’Oponopono
https://www.comemeditare.it/meditazione/tecniche-di-meditazione/risorse/come-fare-hooponopono/

Ebook Gratis (spirituali e non) – dove trovarli – come leggerli
https://www.comemeditare.it/meditazione/tecniche-di-meditazione/risorse/ebook-gratis-spirituali-e-non-dove-trovarli-come-leggerli/

Libro gratis di un Anonimo Pellegrino Russo
https://www.nostrasignoradelsacrocuore.it/public/cuore/raccontidiunpellegrinorusso.pdf

clicca qui per scoprire altro su questo argomento
Scopri altri approfindimenti successivi qui
Nicholas

Ciao Claudio, ho apprezzato molto questo tuo approfondimento in cui mi trovo assolutamente d’accordo.
Io pratico una Via magica derivante dal Kuji Kiri, un tipo di Magia praticato soprattutto in Giappone e famoso per essere una pratica usata dai Ninja del Giappone feudale. Questo tipo di Magia si basa su di una trasformazione di sé costante e sarebbe non solo improprio utilizzare i suoi mantra e incantesimi nel modo che hai descritto, ma addirittura pericoloso, poiché l’impatto sulla materia (in primis la propria, quella del proprio corpo fisico e di quelli sottili) è veramente prorompente, ci si può far male sul serio!

lucia gloria

anch’io trovo molto utile la gaiatri che recito esclusivamente in sanscrito seguendo un cd di master choa kok sui… la trovo molto riequilibrante e pacificante—-ultimamente però per avere sollievo dai miei malesseri emotivi o fisici ho pensato di utilizzare la preghiera in questo modo 1) prendo consapevolezza del chakra coinvolto nel mio problema (per es..plesso solare) e successivamente dell’organo specifico (per es. stomaco)poi per ognuno di questi punti comincio a recitare con fede 3 ave Maria, Padre nostro e Gloria…..dopo poco i muscoli interessati si rilassano, la digestione prende il via e talvolta mi addormento……non male vero?
Con tecnica del pranic healing con le mani posso verificare che l’energia dei punti presi in considerazione è aumentata……Ringrazio sempre alla fine…. il potere della preghiera è grandissimo —-fa bene al cuore, all’anima, al fisico e alla mente
Grazie Claudio e buona vita

Marina

Ho apprezzato molto questo approfondimento sull’uso proprio e a volte improprio dei mantra,
Mi ci sono ritrovata come esperienza personale quando 6 o 7 anni fa usavo il mantra in maniera se vogliamo
egoistica come forma di protezione per esperienze spiacevoli personali di cui pensavo di essere vittima.
Ho capito nel corso del tempo che il mantra poteva innalzare momentaneamente il mio livello di coscienza
ma la vera presa di coscienza e’ avvenuta nella consapevolezza dei miei errori e del mio reale intento
di capire le dinamiche distorte della mente che causavano appunto le spiacevoli esperienze. Ringrazio comunque il Sacro Gayatri mantra che mi ha accompagnato in quel lasso di tempo. Ora pronuncio le sue Sillabe in determinate occasioni di meditazione per innalzare il livello di coscienza. E sempre il sacro suono dell’OM per sentire la calma e il senso del sacro. In determinate occasioni anche la preghiera della Societa’ Teosofica. Grazie!!!

Marina

Si Claudio e’ la Grande Invocazione della Baylei. La trovo piu’ diretta perche’ e’ in italiano e quindi il senso e’ piu’ immediato. In questo periodo un po’ fosco la uso. La Gayatri e’ molto suggestiva ma per me faticosa perche’ la pronuncio in Indi (Sanscrito) e la penso in italiano, Dirai “robe da matti!” Grazie Claudio per quello che fai. Nei nostri percorsi abbiamo bisogno di piccole e grandi luci!. Mi piace salutarti con un bellissimo Namaste’

Claudio

ciao Marina quando dici che la pronunci in sanscrito e la pensi in italiano direi che è perfetto 🙂 altro che robe da matti, magari lo facessimo tutti. Grazie a te del tuo contributo e ricambio di cuore con un bellissimo Namastè

Ioana Ciucanu

Buongiorno Claudio.
Gentile occuparsene! Grazie!
Tuttavia, io credo che ogni mantra funzioni bene aldilà della lingua usata.
Io prattico la meditazione transcendentale ed il mantra che mi e stato assegnato ha un significativo sconosciuto – è solo un mezzo per navigare fra i pensieri che ci arrivano per raggiungere uno stato di coscenza più profondo o sottile se vogliamo e allora inevitabilmente si cresce e si curano le ferite…e azzarderei si diventa più svegli o coscenti di se stessi e di conseguenza di tutto cio che ci circonda. Maharishi Mahesh Yogi affermava che il non sapere il significato del mantra assegnato ci rende liberi dalle aspettative e nuovi pensieri legati ad esso e così la mente naviga e sblocca la psiche.
Certo, ci sono sempre nuove questioni da capire ma si affacciano anche le risposte – bisogna essere flessibili, aperti di mente, e leggeri nel cuore!
Io personalmente, ho pensato diversi mantra sincronizzandoli con il respiro da cca 15 anni. La scelta era sempre legata allo svolgersi della mia vita, ai miei desideri e sentimenti o presentimenti. I mantra hanno sempre funzionato!
Inoltre io sono una mamma e mi sono trovata con fiducia ad inventare il mantra che mi serviva per mia figlia. I mantra hanno sempre funzionato!
A volte mi capitava di essere trattata poco bene ed io al istante pensavo un mantra in sanscrita (utile per l’autostima che praticamente riafferma che io sono lo spirito) e la persona ritornava a scusarsi(a volte dopo pochi minuti, a volte dopo qualche ora).
I mantra funzionano sempre ,specialmente se si pensano 108.
Ok, questi sono i miei pensieri riguardo i mantra e sono grata che mi ha fatto pensare!

Che sia felice adesso ed in ogni momento!

Claudio

ciao Ioana, che bella condivisione, grazie per il tuo prezioso contributo!

Ho particolarmente apprezzato il mantra che hai fatto per tua figlia e l’esperienze relative a quando ti sei sentita trattata male. Credo che siano così efficaci per te proprio perchè come dici: “bisogna essere flessibili, aperti di mente, e leggeri nel cuore!” In assenza di questa attitudine non credo che avresti ottenuto lo stesso risultato. Ma chissà.. provare per credere..

Grazie ancora
Namastè

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *