Ansia: 3 domande su come superarla e usarla

Ansia: 3 domande su come superarla e usarla

domande a “raffica” tratte dal corso sull’ansia, lo stress e il doc

quando l’ansia cresce in meditazione

D: “Ho un attacco di ansia. Se mi concentro sul respiro, diventa sempre più affannato e l’ansia cresce. Come mai? È normale o devo allenarmi comunque a farlo?”

superare l' ansia in meditazioneL’ansia cresce perché c’è un pensiero che ti impedisce di stare con quello che c’è.

Accetta quello che c’è; può essere che l’ansia, per un momento, cresce perché non la volevi osservare, ma poi cala.

E se non cala, c’è un pensiero.

Sgama il pensiero, scopri qual è; c’è un pensiero dietro, del tipo: “E adesso, se cresce ancora?”; “Perché a me cresce”; “Claudio non mi capisce, la meditazione non è fatta per me”.

Sono tutti pensieri.

L’ho detto prima, attenzione a questi pensieri: sgamali, decifrali.

Ti esorto comunque a continuare, prima o poi li scoprirai questi pensieri; magari non li noti subito, però devi avere fiducia.

Se noti che ti viene un pensiero del tipo: “Non riesco a meditare”; “A me succede questo, oddio perché mi succede”, torna al respiro e stai col respiro.

Prima o poi li noterai questi pensieri, lì per lì te li vivi e te ne accorgi, ma prima o poi li potrai notare.

ansia dal dentista per meditare

D: “A me succede dal dentista e in altre situazioni mediche ma, da quando insegno yoga, medito e riesco a gestire questa situazione che si manifesta in tutto il corpo”.

puoi guardare il breve video o continuare a leggerne la trascrizione sotto:

Ottimo. E ottimo esempio pure quello del dentista: io, quando mi fanno la pulizia dei denti, lo noto; noto che c’è una tensione in me, nel corpo, mi tendo un po’ come quando da bambino tendevi il sedere per paura della puntura e ti faceva ancora più male.

È un esercizio: sto dal dentista, e quindi mi tendo, poi mi rilasso, poi mi accorgo che mi sto tendendo ancora e mi rilasso di nuovo.

E questo produce calma.

Io lo detto dall’inizio: non è che l’ansia prende e scompare; più vogliamo farla scomparire, e peggio è.

Stiamo con quello che c’è, l’ansia calerà.

Non è che mediti e scompare tutto; è come nell’esempio che ho fatto prima – e l’ho fatto apposta all’inizio – del mio amico con gli attacchi di panico: è vero che risovi, e sparisce, ma non è che sparisce come per magia.

In qualche modo sì, accade, ma è attraversando l’ansia che la si supera; la superi andandogli incontro, se no non la puoi superare.

Immagina una corsa: se vuoi superare qualcuno, gli devi andare incontro per poi superarlo, non puoi superarlo andandotene dall’altra parte.

Quindi, per superare l’ansia dobbiamo andarle incontro.

come superare un problema in meditazione

D: “Una volta sgamato il problema di fondo, un suggerimento su come affrontarlo e superarlo”.

puoi guardare il breve video o continuare a leggerne la trascrizione sotto:

Standoci, non mi stanco mai di ripeterlo: stando con quello che c’è.

Stiamo con le cose così come sono, questo fa calare l’ansia.

Utilizziamo l’attenzione della nostra parte cognitiva – abbiamo fatto l’esempio dei due emisferi – e portiamola lì, cerchiamo di essere focalizzati nel qui e ora; e questo, fa calare l’ansia.

Di fatto, meditiamo, lo abbiamo visto: quando noi portiamo il nostro aspetto cognitivo alle sensazioni, attiviamo i due emisferi, e portiamo la luce della nostra consapevolezza al qui e ora, fosse anche ansia.

Tensioni nel corpo

Se ho ben capito, tendi a somatizzare molto nei piedi, quindi, i pensieri e le ansie si manifestano come delle tensioni nei piedi.

puoi guardare il breve video o continuare a leggerne la trascrizione sotto:

 

Il mio invito è, senza voler modificare nulla e quindi neanche la tensione ai piedi, a osservarla questa tensione; quando la osservi, prima o poi – non sarà alla prima, non alla decima e neanche alla quindicesima meditazione, ma prima o poi – i piedi si rilasseranno da soli.

La consapevolezza è magica, la consapevolezza trasforma le cose: è il fuoco alchemico che permette di trasformare la sofferenza – nel caso della somatizzazione o dell’ansia – in oro, in qualche cosa di prezioso, in una diversa comprensione delle cose.

Questa stessa cosa ci sarà più chiara fra poco, quando parleremo di stress.

Scopri il corso sull’Ansia, lo Stress e il DOC

clicca su: www.comemeditare.it/ansia

clicca qui per scoprire altro su questo argomento
Scopri altri approfindimenti successivi qui

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *