meditazione per l’ansia

Condividilo con chi lo può apprezzare

meditazione per l’ansia

C’è una meditazione specifica per l’ansia?

Si, certo; anzi diciamo che la meditazione, più in generale, è proprio per l’ansia.

guarda il video – meditazione per calmare l’ansia

o continua a leggerne la trascrizione sotto

Partiamo da quelle che sono le aspettative; immagino che tu abbia l’ansia e voglia una meditazione specifica per poterla eliminare: bene, sicuramente sei nel posto giusto.

L’ansia ha una matrice molto legata al desiderio, anche molto forte, di voler controllare le cose perchè hai paura che ti sfuggano di mano.

L’ansia è una forma di paura: è questa l’emozione primaria che vi si cela dietro.

Come agisce l’ansia, e come agiscono le paure?

Sono l’anticipazione di un qualcosa che, di fatto, ancora non c’è ma che vorremmo controllare: con la mente ci proiettiamo nel futuro e questo immaginarci il futuro causa dei pensieri fantasiosi che generano ansia e preoccupazioni.

Ora tu mi dirai: “Va bene, ma io ho l’ansia perchè devo affrontare un esame”.

Va bene, dico io: ma tu in questo momento non sei sotto esame.

Questo dell’esame è un esempio molto calzante e lo faccio spesso: tu hai ansia prima dell’esame e quando ti siedi di fronte all’esaminatore l’ansia sale a mille ma, se ci fai caso, mentre stai facendo veramente l’esame e ti stai occupando, nel presente, di rispondere alle domande, l’ansia non c’è; perciò noi dovremmo allenare la nostra mente a “occuparsi” il più possibile, invece di “pre-occuparsi”.

Allora, che cosa succede quando tu mi chiedi una meditazione specifica per l’ansia?

Quello che potrebbe succedere (dico “potrebbe”: non ti conosco) se noi vogliamo una meditazione di questo tipo è che noi, con la nostra tendenza a voler controllare le cose, vorremmo avere una “pillolina”: una pillola specifica che ci fa passare rapidamente ogni cosa, cioè un ragionamento tipico di una mente ansiosa.

La meditazione funziona tantissimo per l’ansia: ma come funziona?

Paradossalmente funziona osservando tutto il processo e stando con quello che c’è: se c’è ansia la meditazione che funziona è quella che la riconosce e sta con l’ansia, la riconosce e si ancora il più possibile al respiro.

Questo è un esercizio utile a disinnescare il proliferare di pensieri fantasiosi e sposta la nostra attenzione sul respiro: questo è molto potente per l’ansia, soprattutto se io colgo il respiro a livello della pancia, nella zona addominale.

Quindi come è quella meditazione specifica per l’ansia?

Sicuramente quella gratuita che hai trovato su “comemeditare.it“, quella del “calmo dimorare”, è una meditazione specifica per disinnescare l’ansia e focalizzarci sul respiro: è sicuramente una meditazione preziosa che ti consiglio che trovi qui.

Poi se, come nel tuo caso, sei sul “come meditare coaching” sei sicuramente sulla buona strada: per cui ti allenerai tantissimo, meditazione dopo meditazione e tecnica dopo tecnica, ad ancorarti al presente.

Quindi il mio consiglio è: continua con “come meditare coaching” applica il più possibile nella tua vita le istruzioni della “meditazione per indaffarati”.

trovi la meditazione per indaffarati cliccando qui

trovi altri articoli sull’ansia e la meditazione qui:

Meditare per curare l’ansia (prima parte): clicca qui per saperne di più

e Clicca qui per sapere come fare a meditare per curare l’ansia (seconda parte) la soluzione.

 

meditazione per l'ansia

clicca qui per scoprire altro su questo argomento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *