come meditare correttamente – errore 1: meditare non è isolarci!

come meditare correttamente – equivoco 1: meditare non è isolarci!

 Vediamo oggi un equivoco.

Un equivoco molto comune a chi si approccia alla meditazione, un equivoco abbastanza grave e da sfatare al più preso.

Qual’è questo errore?

Il pensare che noi meditiamo per trovare la pace. e questo vuol dire isolarci o anestetizzarci dal mondo..

Guarda il video – come meditare correttamente equivoco 1: meditare non è isolarsi!

o continua a leggerne la trascrizione sotto

 

Si, questa è una delle cose che fa (la meditazione), ma con questa pace non si intende l’estraniarsi o l’isolarsi dal mondo.

Guarda in che bel posto mi trovo: riuscire a stare in pace in questo posto è facile.

La vera scommessa sarebbe quella di poterci reinserire nella vita di tutti i giorni: poter stare in pace in mezzo allo stress, con la gente che ti taglia la strada nel traffico e quant’altro.

Quindi quando meditiamo, è vero, c’è un momento in cui fermiamo i pensieri e cerchiamo la pace dentro di noi.

Ma lo scopo è mantenerla questa pace.

Quindi si: chiudiamo gli occhi al mondo, ci raccogliamo per un pochino e ci isoliamo.

Ma ci isoliamo per quel tanto che ci serve per allenare la mente a stare con le cose così come sono.

E quindi, idealmente, questa meditazione significa riuscire a stare in pace anche in mezzo alle situazioni più stressanti.

Se pensiamo di raggiungere la pace in un posto bello, tranquillo e facile…la pace rimane là!

Se la nostra meditazione rimane strettamente legata al momento in cui siamo seduti su una sedia e siamo in pace lì, in realtà non stiamo realmente meditando: stiamo scaldando una sedia.

Il vero scopo della meditazione è quello di allenarci, proprio come facciamo in palestra, in modo da ritrovare quei “muscoli” e quell’allenamento nella vita di tutti i giorni.

Per stare più in pace nella vita quotidiana, in mezzo alle situazioni stressanti ma senza farci “agganciare” da esse.

Trovi altri equivoci da sfatare cliccando qui: come meditare correttamente equivoco 2: i pensieri

E in quest’altro articolo: Come Meditare Correttamente errore 3: Smettere di meditare per le Aspettative clicca qui

torna alla home page e clicca qui per altre informazioni basilari su come si medita

clicca qui per scoprire altro su questo argomento
Scopri altri approfindimenti successivi qui
michele

Ciao claudio,
ho sempre meditato seguendo solo il respiro ma mi è sorta una curiosità:
se volessi scegliere come oggetto di meditazione un immagine gli effetti sarebbero gli stessi?
come si medita con un immagine?
quali immagini sono più indicate?

Grazie in anticipo!!

ciao Michele, puoi sperimentare, il respiro è molto efficace ma se ti pice puoi sperimentare anche con una immagine, nel come meditare coaching spiego dettagliatamente come fare.

Ti rispondo comunque brevemente anche qui su come puoi meditare con una immagine.
scegli una immagine- può essere la luce di una candela o questa immagine qui che si chiama sri yantra
la guardi fino a che non è fissa bene nella tua testa, poi chiudi gli occhi e continui a “fissarla mentalmente dentro di te” quando svanisce riapri gli occhi e così via..

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *