Rilassamento Guidato

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

rilassamento guidato

Aldo: ciao Claudio potresti farmi un rilassamento guidato? vale la pensa farli in cosa è differente dalla meditazione? Lo trovo all’interno del Come Meditare Coaching? Grazie in anticipo (scusa se ti faccio questa domanda ma ultimamente ne sento veramente il bisogno più ancora della meditazione)

guarda il video o continua a leggerne la trascrizione sotto:

sì sicuramente trovi nei primi mesi nel come meditare coaching un paio di versioni.

Una versione è una meditazione da sdraiati l’altra è una tecnica di rilassamento.

Però se hai bisogno di farlo adesso, facciamo questo rilassamento guidato dedichiamoci un pochino di minuti.

 

Rilassamento guidato: scegli una posizione

meditazione profondaQuindi mentre ascolti questo video stenditi può essere utile rilassarsi stare il più possibile in una posizione che aiuta il rilassamento.

Se non poi sdraiarti, stai seduto.

Ma se poi sdraiati tranquillamente a pancia in su, le mani le appoggi sul letto affidando le tensioni alla terra, i palmi sono rivolti verso il basso;

 

Rilassamento guidato: la guida passo passo

chiudi gli occhi dolcemente e comincia a sentire il peso del corpo sul materasso. Poi anche passare in rassegna tutto il corpo notando gli appoggi che corpo ha sul materasso.

Senti i talloni, i polpacci e prosegui così passando in rassegna tutto il corpo dal basso verso l’alto;

Consentiti di rilassare il muscolo, poi sentirlo più pesante, come se fosse di piombo, come se si sciogliesse, come se fosse diventasse una bolla d’acqua, che non avendo più il muscolo teso, si rilassa sul materasso;

quindi sali sulle cosce, nota se ci sono delle tensioni sulle cosce e sui glutei e quindi tranquillamente li lasci andare, ti autorizzi a lasciarli andare, poi lasciarli andare con l’espirazione;

perché l’espirazione è una fase del di rilascio appunto, con cui lasciamo andare le tensioni, lasciamo andare le cose che non ci servono con l’aria (come l’anidride carbonica);

e quindi specie con le espirazioni sprofondi sempre di più sul materasso;

e poi se invece ti accorgi che ci sono ancora delle tensioni, allora contrai ancora di più il muscolo teso: lo contrai volutamente di più e poi lo lasci andare..

.. vedrai che magari lo fai più volte e vedrai che a forza di tendere di più il muscolo e lasciarlo andare, questo diventa più pesante e quindi senti il tuo corpo proprio come se fosse di piombo;

e quindi fai salire la tua attenzione sulla schiena, io adesso vado un po’ veloce per fare questo video il più breve possibile, ma capita la tecnica poi la puoi replicare a casa con tutto il tempo che desideri.

Le spalle: anche sulle spalle spesso ci sono tensioni, autorizzati a lasciarle andare.

Il più delle volte basta questo: basta sentire il corpo che si fa plumbeo sul materasso, ma se vedi che hai difficoltà sai che puoi contrarre il muscolo volontariamente per poi lasciarlo.

Ora il collo: sul collo pure ci sono tensioni; sul viso ci sono tensioni intorno agli occhi; la fronte, la nuca…

…insomma passa in rassegna tutto il corpo; anche sulle mani e le braccia anche sulle mani spesso ci sono delle tensioni e autorizzati a lasciarle andare.

Quando hai fatto oltre a poterlo rifare un’altra volta, puoi semplicemente portare l’attenzione al respiro, notando il movimento soprattutto all’altezza della pancia, che si gonfia e si sgonfia puoi rimanere così tutto il tempo che vuoi.

rilassamento guidatoQuando poi decidi, ridestati con dolcezza, ti metti su un fianco e una volta sul fianco, ti ritiri su.

Ecco questa è la tecnica di “rilassamento guidato”, molto molto semplice, che puoi fare tutte le volte che vuoi a casa.

vediamo se ho risposto a tutte le domande: potresti farmi un rilassamento guidato? vale la pena farli? in che cosa differente dalla meditazione?

ok a questa non ho ancora risposto:

in che cosa il rilassamento guidato è differente dalla meditazione guidata classica?

Sicuramente rilassarci ci aiuta ogni tanto e la meditazione in generale, anche quella che non è finalizzata al rilassamento, anche se non appunto non è il suo scopo finale, tendenzialmente rilassa.

Chi medita da tempo lo sa: si ritrova molto più centrato, molto più tranquillo di sé, molto più sereno e più rilassato;

affronta la vita con maggiore rilassatezza, questo non vuol dire che smettono le preoccupazioni, che non è più affannato:

è lo stesso di prima, ma diciamo che è tendenzialmente più tranquillo o quantomeno ha più strumenti per affrontare i momenti difficoltà.

Ecco questo mi sembra il più veritiero, piuttosto che dare idee forvianti, però sicuramente meditare è più potente!

Perché la meditazione classica ci aiuta a stare “qui e ora” ed è nel “qui ed ora” che troviamo la pace!

Nel “qui e ora” troviamo la rilassatezza e nel “qui e ora” succedono anche tante belle cose..

..con la consapevolezza noi abbiamo uno strumento di vita importante, e se il tuo fine solo quello di rilassare il corpo, beh il rilassamento guidato è un buon inizio ma con la meditazione tradizionale -a patto di abbandonare ogni aspettativa: inclusa quella di rilassarti- ottieni rilassamento e molto molto altro ancora.

io ti consiglio a questo punto di fare direttamente le meditazioni, soprattutto la meditazione vipassana, che trovi dentro il percorso di meditazione per indaffarati, dentro il come meditare coaching o anche semplicemente la meditazione guidata gratis che trovi qui, e quella è già un buon modo, se la fai costantemente, per ritrovare una certa tranquillità quindi buon proseguo di percorso!

 

Un altro pezzo “rubato” al “come meditare coaching” clicca per saperne di più su come funziona: “come meditare coaching

se vuoi tornare a delle semplici istruzioni per fare la meditazione clicca su: come meditare

 

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *