Meditare con un mantra

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

Come Meditare con un Mantra

  • è il cuore della Meditazione Trascendentale
  • Come meditare con un mantra
  • Il mantra come tecnica trasversale
  • La Vibrazione alla base dell’esistenza

 Guarda il video (durata 6 minuti circa) o continua la lettura

 Immagine anteprima YouTube

 La meditazione trascendentale, nello specifico, è una meditazione che si fonda prevalentemente sulla recitazione di un mantra.

Noi oggi parliamo proprio di come fare a meditare attraverso l’uso di un mantra.

Intanto, c’è da dire che , l’uso del mantra è diffuso un po’ in tutte le religioni; uno non ci pensa ma anche nella nostra religione cattolica c’è, per esempio, il recitare il rosario, quello è una forma di meditazione con un mantra.

Quindi è una cosa molto più radicata e diffusa di quanto noi possiamo immaginare.

Ci sono varie motivazioni, sia a livello diciamo esoterico, basta pensare che la Genesi, la Bibbia comincia con “in principio era il verbo” e basta anche pensare che la scienza quantistica, quella che studia la materia, alla fine parla di materia, cioè delle cose solide, come qualche cosa che non è poi materia ma è vibrazione, quindi come vedi tutto si riconduce a vibrazione, a suono.

Recitare un mantra comunque ci si connette a un certo “livello vibrazionale”.

Quindi le vibrazioni sono la base dell’oggetto che noi osserviamo mentre meditiamo. E questo sia che noi lo facciamo ad alta voce o in silenzio, mentalmente, come ti suggerisco di fare.

Normalmente quando meditiamo, usiamo, orientiamo il pensiero per esempio al “respiro”, e in quel caso l’oggetto della nostra meditazione è il respiro, in questo caso l’oggetto della meditazione è “il mantra”.

Cioè il suono, la frase, la parola, che noi abbiamo scelto come mantra e che ripeteremo mentalmente dentro di noi.

Possiamo farla anche ad alta voce, io consiglio comunque, ed è una indicazione anche della meditazione trascendentale, di farlo mentalmente in silenzio.

Ora, Mantra è una parola in sanscrito che significa “ pensiero spirituale” oppure “pensiero che protegge (vedi mantra su wikipedia).

Infatti se nelle meditazioni a cui siamo abituati orientiamo il pensiero, nella respirazione, qui orientiamo il pensiero nel mantra. Quindi ecco il “pensiero che ci protegge”, è l’oggetto di meditazione.

Come scegliere un mantra? Ecco questo forse merita un articolo a parte ..diciamo che oggi scegliamo uno…il classico dei più classici, cioè la parola “om”.

Om che in qualche modo…è l’aspetto divino che è in ciascuno di noi, è la parte più alta di noi, quella più nobile, quella più spirituale, quella in qualche modo a cui rivolgersi per elevare noi stessi, diciamo cosi.

Ll’ideale è ripetere il suono anche brevemente tipo OM OM OM …ecco questo è il modo migliore per fare il mantra.

L’ideale è prima scegliere un mantra, adesso facciamo questo come esempio, e semplicemente ci mettiamo seduti come normalmente facciamo per la meditazione tradizionale, quella ad esempio sul respiro.

Quindi schiena dritta ma non rigida, decidiamo un tempo, facciamo che ne so, dieci minuti, adesso lo faremo per pochi secondi; sentiamo, chiudiamo gli occhi, ci raccogliamo al mondo esterno, mettiamo un timer appunto ogni dieci minuti.

E come prima cosa, suggerisco di ..come chiudi gli occhi di percepire il corpo nel suo insieme, senti come sei appoggiato per terra, cioè sulla sedia in questo caso, senti poi, senti leggermente il respiro e con il respiro comincia a spostare l’attenzione dal respiro alla recitazione del mantra.

Quindi una leggera inspirazione e cominci a fare OM OM OM OM, dentro di te mentalmente.

Ogni volta che ti rendi conto che ti sei distratto, che un suono all’esterno, che un qualche cosa ti ha distratto, che un pensiero che i pensieri sono partiti, semplicemente ritorna al mantra, ritorna, riponi l’attenzione di nuovo al suono che stai emettendo.

Se sai appunto che cosa stai dicendo, meglio.

Io suggerisco sempre di conoscere il significato del mantra che stai recitando.

Poi in quell’altro video ti spiegherò come sceglierlo.

E’ molto semplice come vedi: ogni volta che ti sei distratto torni al suono del mantra, e quando hai finito il tempo a disposizione, prima di aprire gli occhi, ritorni dolcemente alla sensazione del corpo, ti può aiutare sempre il respiro a riportare l’attenzione dal mantra al corpo, ci stai un attimino e quando ti senti pronto apri gli occhi.

Ecco come recitare un mantra ed ecco come meditare con un mantra.

E’ molto potente, è…ti può aiutare soprattutto quando sei facilmente distratto, quindi quando ti distrai puoi recitare con un mantra.

Puoi anche sperimentare se sei da solo, come fare a …come farlo ad alta voce, cioè puoi vedere la differenza anche nel recitare il mantra ad alta voce.

Molto potente, sentirai molto le vibrazioni, scalda molto il corpo, è molto attivante quindi anche recitarlo ad alta voce può avere un suo beneficio. Il mio suggerimento comunque, tendenzialmente è quello di farlo tra te e te come tra l’altro è un’indicazione tipica della meditazione trascendentale.

Ricapitoliamo come meditare con un mantra:

  1. Scegline uno: ad esempio la parola “Om” oppure: “Pace e Amore”
  2. Mettiti seduta/o con la schiena dritta e non rigida
  3. Avvia il timer (esempio 10 minuti)
  4. Prima percepisci il corpo nel suo insieme
  5. Passa per un attimo al respiro
  6. E quindi introduci il mantra (esempio “om”)
  7. Ogni volta che ti scopri distratta/o , riporta l’attenzione alla ripetizione del mantra
  8. Allo scadere del tempo lascia pure andare il mantra e ritorna un attimo al respiro e alle sensazioni del corpo
  9. E quando ti senti pronta/o apri dolcemente gli occhi

Un amico lettore (grazie Fabio) mi fa pensare che forse non sono stato abbastanza chiaro, ci tengo ad esserlo il più possibile:

In questo articolo ti ho svelato gratis come fare a meditare con un mantra.

Ti ho anche detto che il mantra è alla base della Meditazione Trascendentale  (e  presente in quasi tutti gli approcci spirituali incluso quello cristiano come potrai scoprire in questo articolo: Come scegliere un Mantra); non ti ho detto come fare a fare la Meditazione Trascendentale gratis: non potrei farlo!

La Meditazione Trascendentale è un marchio registrato e, se vuoi fare la Meditazione Trascendentale devi andare da un maestro riconosciuto e, dietro pagamento, farti dare un mantra personalizzato che rimarrà segreto.

Presto ti dirò altro sulla meditazione trascendentale e su come scegliere un mantra. A presto!

forse ti può interessare:

Come scegliere un Mantra

Meditazione Trascendentale

 

 

Fabio

Dato che “Meditazione Trascendentale” è un marchio registrato dal maestro Maharishi Maesh Yogi proprio per preservare la tecnica (di cui descrivi alcuni dettagli importanti, ma che si differenzia da quanto tu descrivi proprio nella scelta del mantra), lo sai che definendo quello che tu descrivi come “meditazione trascendentale” violi il diritto d’autore?
Non ti conviene mantenere le istruzioni ma evitando di citare la MT ed usare un altro nome? oppure lo fai proprio in onore alla MT?

ciao Fabio, in questo articolo parlo di come fare a meditare con un mantra (che è anche alla base della meditazione trascendentale), questo non vuol dire che svelo come fare la meditazione trascendentale: in quel caso, avresti ragione: violerei un copyright.

Ma il solo fatto che tu abbia potuto avere un dubbio mi spinge a essere ancora più chiaro anche in questo articolo (in come scegliere il tuo mantra e uno specifico sulla meditazione trascendentale, infatti sono già più esplicito)

Quindi ti ringrazio molto per il tuo commento e aggiungo subito una nota anche in qesto articolo.
Ti anticipo che nell’articolo che sto preparando sulla MT, rispetto alle polemiche sul fatto che ha un costo elevato farla, dirò che ho riscontrato da più persone che funziona.
Conosco molti che la praticano con soddisfazione pur avendo pagato cifre considerevoli, questo mi fa pensare che forse è proprio dare valore alla meditazione che ti permette di trarne i maggiori profitti.

Barbara

Grazie Claudio,
mi stai aiutando molto , sopratutto perchè riesci a spiegarmi con chiarezza e semplicità concetti che mi sono sempre sembrati ‘arzigogolati’. GRAZIE!!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *